Domenica, 20 Settembre 2020

La comunità ucraina greco-cattolica ha celebrato il primo anniversario della sua presenza a Somma Vesuviana

28-29 aprile, si è svolta la solenne celebrazione del primo anniversario della comunità Greco-Cattolica Ucraina a Somma Vesuviana (Campania, Italia). Le celebrazioni sono iniziate sabato con i Vespri della vigilia della festa che erano conclusi domenica con la Divina Liturgia presieduta dal vescovo Dionisio, il visitatore apostolico per gli ucraini in Italia.

Nella sua omelia, il vescovo ha messo l'accento sul duro destino del popolo ucraino, che è costretto a lasciare la sua terra fertile ed andare in un paese straniero per poter sostenere i suio parenti. Il vescovo, spiegando il Vangelo della domenica, ha sottolineato che: "A volte, anche noi siamo in un certo senso malatti, paralitici, abbiamo le nostre debolezze e problemi. Ma non possiamo giacere e non fare nulla, perché Cristo dice a ognuno di noi: Alzati! Perciò la vita cristiana è un movimento avanti a quale siamo chiamati, nonostante i diversi ostaccoli sul nostro cammino".

Per congratulare la comunità sono venuti anche: vescovo di Nola - mons. Francesco Marino, il rettore della Basilica minore di Santa Sofia a Roma - p. Marco Semehen, p. Igor Gorishniy da Aversa, p. Oleg Grygorets' da Foggia, p. Igor Stus da Pompei. Dopo la Liturgia si è svolto un concerto e la festa ucraina, dove tutta la comunità aveva la possibilità di riposare e fare nuove conoscenze con gli altri.

Alla fine don Yulian Skaskiv ha ringrazito di cuore tutti coloro, che sono venuti per condividere la gioia della comunità e coloro che hanno aiutato nella organizzazione della festa!

Paolo Bobesyuk